Per le commissioni sulle transazioni effettuate dal 1° luglio mediante pagamenti elettronici da parte di privati a imprese e professionisti (con ricavi e compensi inferiori a 400.000 euro) spetta un credito d’imposta in misura pari al 30% delle commissioni addebitate.

Leggi la circolare